Studio «Sharing Economy - Condividere piuttosto che possedere»

Condividere piuttosto che possedere. Sperimentare, economizzare, scambiare, adottare soluzioni verdi. Ecco gli slogan di ciò che oggi si chiama Sharing Economy. Questo nuovo modo di consumare è già una realtà, se ne parla, si utilizza e gli studi mostrano che è promettente. È noto anche con il nome di economia collaborativa considerato che il termine “condivisione” non è sempre appropriato. La sua evoluzione internazionale è dovuta in gran parte alle nuove tecnologie di comunicazione come internet o i telefoni cellulari. Numerose start-up e piattaforme sono nate per facilitare questi scambi e baratti. Tuttavia, i rischi e i potenziali reali che la Sharing Economy può generare sono ancora poco conosciuti, il che rende oggi difficile prendere decisioni politiche che la riguardano e a volte crea dei conflitti.

Ecco i punti principali che saranno affrontati in questo studio: procedere a una cartografia della Sharing Economy, definire il ruolo della piattaforma e della digitalizzazione, definire il termine di lavoratore o semplice utente, analizzare il potenziale di deregolazione o regolazione e definire le opportunità e i rischi per la Svizzera.

Uno degli scopi di questo studio sarà quello di mettere in evidenza gli impatti che si possono già osservare, a livello legale, economico, ecologico, tecnico e sociale, generati dall’economia collaborativa. Quali sono le opportunità e i rischi già misurabili e quali sono i punti d’ombra, i fenomeni ancora poco prevedibili?

Infine, lo studio procederà a una valutazione d’insieme e su questa base formulerà delle raccomandazioni sul modo di gestire questo fenomeno indirizzate in particolare ai decisori politici.

Durata del progetto:

Inizio: maggio 2016, fine prevista: novembre 2017

Pubblicazioni:

Rapporto finale e riassunto (disponibili a fine progetto)

Responsabile del progetto:

Direzione: Thomas von Stokar, Direttore INFRAS, Zurigo

Team del progetto

  • Martin Peter, Collaboratore INFRAS, Zurigo
  • Prof. Dr. Kurt Pärli, Professore di diritto privato sociale, Facoltà dell’Università di Basilea
  • Alain Kamm, Manager e Head of Empirical Research, FehrAdvice

Gestione del progetto TA-SWISS
Elise Gortchacow, TA-SWISS (e-mail)

Gruppo d’accompagnamento

Il progetto in breve 

Il fenomeno della «Sharing Economy» è già una realtà e si è abbastanza diffuso. Questo nuovo modo di consumare rivoluziona un’economia realizzata da molti decenni, come pure la nostra definizione di utilizzo, il tutto accompagnato da slogan sociali ed ecologici. Come gestire questo nuovo contesto e come minimizzare i conflitti tra questa nuova economia e quella vecchia? Quali sono i ruoli di queste piattaforme e della digitalizzazione? Che ne sarà della Svizzera? Lo studio di TA-SWISS adotta un approccio prospettico e verte sulle innovazioni e sugli sviluppi attesi in questo settore. Metterà in luce l’impatto che la Sharing Economy può avere sulla società, l’economia, la legislazione e l’ecologia in Svizzera.