Mobilità infinita – in un mondo finito

Sempre più auto e camion per strada, sempre più persone e merci in treno: nella prognosi sullo sviluppo del traffico fino al 2040, la Confederazione prevede che nei prossimi anni l'estensione delle infrastrutture richiederà investimenti nell'ordine di miliardi.

Dato che c'è sempre meno spazio per accogliere nuove infrastrutture, si tratterà soprattutto di sfruttare meglio le vie di traffico esistenti; qui entrano in gioco le nuove tecnologie e, in particolare, quelle dell'informazione e della comunicazione.

 Il tentativo di tenere testa all'esorbitante mobilità con l'aiuto delle moderne tecnologie condiziona sempre più anche altri settori della nostra vita: degni di nota sono, ad esempio, l'accresciuta flessibilizzazione degli orari e dei luoghi di lavoro, con le conseguenti nuove modalità di rilevamento degli stessi. Ciò si ripercuote a sua volta sulla protezione dei dati, la sfera privata e il diritto all'autodeterminazione informativa, sulla progettazione degli spazi e delle città e, non ultimo, sull'ambiente e la produzione energetica.

TA-SWISS monitora gli sviluppi nel settore Mobilità/Energia/Clima dal punto di vista della tecnologia, della società e della politica ambientale.

Ordinare la pubblicazione