Studio «Medicina anti-aging – mito e opportunità»

«La vecchiaia è plasmabile. La dipendenza dalle cure non è solo una fatalità.»
Consigliera nazionale Bea Heim

Introduzione | Procedura | Risultati/ DownloadsContatti

Buchumschlag_Web.jpg

Astrid Stuckelberger
Anti-Ageing Medicine Myths and Chances
TA-SWISS (ed.)

 

 

ISBN 978-3-7281-3195-9
CHF 58.- / € 39.-

 

Introduzione

Cosa significa «anti-aging»?
L’espressione «anti-aging» riassume due tendenze: da un lato la volontà di contribuire, mediante misure mediche e di altra natura, a migliorare la qualità di vita degli anziani e dall’altro la possibilità, in futuro, di influenzare il metabolismo in modo tale da rallentare l’invecchiamento in generale, il che potrebbe tradursi in un ulteriore innalzamento della speranza di vita.

Opportunità e rischi dell’«anti-aging»
Una buona qualità di vita in età avanzata è sicuramente un obiettivo auspicabile. Ma quali sono i criteri? Bisogna potenziare le prestazioni mediche o vi sono altre possibilità? Il sogno di aumentare ulteriormente la speranza di vita ha una base realistica? È auspicabile? Quali sono le conseguenza prevedibili ad esempio per il mondo del lavoro, le assicurazioni sociali, l’industria del tempo libero o la convivenza tra le varie generazioni?

Perché uno studio di TA-SWISS «Anti-aging? Better aging!»?
Nel raffronto internazionale, in Svizzera la speranza di vita media dei neonati è già alta e continua ad aumentare. Assumono quindi sempre più importanza la salute degli anziani e la possibilità di vivere il più a lungo possibile senza handicap e in modo indipendente.

Obiettivi dello studio

  • Illustrare le prospettive future sia della medicina anti-aging che di altre strategie per «invecchiare meglio»
  • Evidenziare come la qualità di vita degli anziani potrebbe essere migliorata con nuove terapie o altre misure
  • Valutare il potenziale di ulteriore innalzamento della speranza di vita e riflettere criticamente sull’auspicabilità di misure a tal fine e sugli interessi che vi stanno dietro
  • Valutare le possibili conseguenze di una speranza di vita superiore, ad esempio per il mondo del lavoro, le assicurazioni sociali, l’industria del tempo libero o la convivenza tra le varie generazioni
  • Analizzare la tematica «medicina per persone sane», in particolare l’estensione delle prestazioni mediche nel settore limite tra la terapia, l’aumento del rendimento e la «medicina lifestyle»
  • Valutare la situazione in un’ottica globale confrontando varie strategie per  «invecchiare meglio»
  • Formulare raccomandazioni indirizzate ai decisori, in particolare ai politici

Metodo

  • L’analisi, d’impostazione interdisciplinare, è improntata su due grandi assi. Il primo esplora gli aspetti sociali, demografici, economici e culturali. Il secondo asse è invece dedicato agli aspetti medici nonché ai temi cure, contesto ed etica.
  • Per elaborare le basi corrispondenti è analizzata la letteratura specializzata e sono interrogati una ventina di specialisti di varie discipline. Singoli temi sono approfonditi mediante contributi più dettagliati di specialisti.
  • In base ai risultati principali nei vari settori sono formulate conclusioni e raccomandazioni.

Calendario
Inizio del progetto: marzo 2006 | Conclusione: primavera 2008

[TOP]

Metodo

  • L’analisi, d’impostazione interdisciplinare, è improntata su due grandi assi. Il primo esplora gli aspetti sociali, demografici, economici e culturali. Il secondo asse è invece dedicato agli aspetti medici nonché ai temi cure, contesto ed etica.
  • Per elaborare le basi corrispondenti è analizzata la letteratura specializzata e sono interrogati una ventina di specialisti di varie discipline. Singoli temi sono approfonditi mediante contributi più dettagliati di specialisti.
  • In base ai risultati principali nei vari settori sono formulate conclusioni e raccomandazioni.

Calendario
Inizio del progetto: marzo 2006 | Conclusione: primavera 2008

[TOP]

Risultati e Downloads

Comunicato Stampa
Médecine antivieillissement : Mettons notre vieillesse de côté pour plus tard (in francese)
Anti-Aging-Medizin: Das Altern sparen wir für später auf (in tedesco)

Newsletter
Antivieillissement ou la quête de la "fontaine de Jouvence", 2/2008 (in francese)
Anti-Aging oder die alte Menschheitsidee des "Jungbrunnen" , 2/2008 (in tedesco)

Riassunto
pdf  (tedesco, francese, inglese)

Studio
Anti-Ageing Medicine: Myths and Chances (Libro in inglese)

Articoli pubblicati su
Zufrieden alt statt krampfhaft jung
rapporto alla PubliTalk processo di dialogo "Medicina Anti-Aging" (in tedesco)

[TOP]

Contatti

Comitato di patronato

  • Centro per la valutazione delle scelte tecnologiche TA-SWISS
  • Académie Suisse des Sciences Médicales (ASSM)
  • L'Agenzia per la promozione dell'innovazione CTI 

Persone coinvolte nel progetto 

Responsabile del progetto presso TA-SWISS

  • Dr. Adrian Rüegsegger, TA-SWISS. e-mail

Coordinatori del progetto

  • Prof. Philippe Wanner, L'economista e demografo, Laboratoire d'études et de démographie familiales, Università di Ginevra (Capo progetto)
  • Dr. Astrid Stuckelberger, Psicologo e gerontologo, Institut de Médecine Sociale et Preventive (IMSP), Centre Médical Universitaire, Ginevra

Gruppo d'accompagnamento

  • Prof. Oreste Ghisalba, Novartis AG, Basilea, CEO di CTI (Presidente del Gruppo d'accompagnamento)
    Dr. Hermann Amstad , Académie Suisse des Sciences Médicales (ASSM)
  • Margrit Bossart, segretario generale della svizzera SSR Anziani c/o Pro Senectute Berna (ottobre 2006)
  • Maya Brändli, la società editoriale, Radio Svizzera DRS 2
  • PD Dr. Peter Diem, presidente di Svizzera. Società di Endocrinologia e Diabetologia, Ospedale universitario di Berna
  • Dr. Salome von Greyerz, Capo Sezione di strategia politica e della Salute, Ufficio federale della sanità pubblica
  • Bea Heim, SP consigliere nazionale, Canton Soletta
  • Prof. François Höpflinger, Istituto di Sociologia, Università di Zurigo
  • François Huber, Istituto di Sociologia, Università di Zurigo
  • Dr. Irmgard Irminger, Laboratoire de Biologie du vieillissement, Université de Genève
  • Dr. Pedro Koch, associazione dei pazienti svizzeri (SPO) (fino al gennaio 2007)
  • Dr. Emil Kowalski, Comitato direttivo TA-SWISS
  • Prof. Andreas Stuck, Clinica Geriatrica dell'Università, Spital di Berna-Ziegler
  • Peter Seiler, Anziani svizzero, Berna (novembre 2006)

[TOP]

Project
Short Title: Anti-Ageing Medicine
Long Title: Anti-Ageing Medicine – Myths and Chances
Short Description: Health, wellbeing and a youthful appearance: those are the goals of anti-ageing medicine. It is not only cosmetics that are sold under the anti-ageing label, but also, for example, food supplements and hormone replacement therapies. But which products really deliver what they promise? The TA-SWISS study offers an overview, and shows where the potentials and risks lie.
Start: 2006
End: 2008
Partner Institutes:
Scope Countries:
Contact Person: Rüegsegger, Adrian
Home Page URL: http://www.ta-swiss.ch/en/better-aging
Focus:
Project Leader: TA-SWISS
Other Members:

Il progetto in sintesi

Salute, benessere e aspetto giovanile: sono questi gli obiettivi della medicina antiaging. Oltre ai cosmetici, sotto l’etichetta di antiaging sono offerti anche ad esempio integratori alimentari e terapie ormonali sostitutive. Ma quali offerte mantengono le promesse? Lo studio di TA-SWISS fa un giro d’orizzonte mostrando quali sono i potenziali e i rischi.

Progetto: 2006-2008

Pubblicazioni: Libro (inglese) e sintesi (francese, tedesco e inglesi)

Coordinatori del progetto: Dr. Astrid Stuckelberger, Università di Ginevra